Un campionato per giovani

Sono 122 gli U23 (nati dopo il 1 gennaio 1995) che quest’anno hanno giocato almeno una partita nel campionato di Eccellenza, per un totale di 1241 presenze

La scorsa stagione (2016/2017), gli U23 (nati dopo il 1 gennaio 1994) erano stati 125, per un totale di 1163 cap.

Quest’anno quindi il numero di giovani è rimasto sostanzialmente uguale (-3) ma i ragazzi sotto i 23 anni hanno giocato di più, con una media di 10 presenze a testa contro le 9 di un anno fa.

La squadra che ne ha schierati di più è stata il Mogliano, 25 (217 presenze in totale), quella che ne ha schierati meno sono state le FFOO (7, per un totale di 83 presenze).

Il Petrarca campione d’Italia ne ha fatti giocare 10 (85 presenze), il San Donà si è fermato a 8, con meno presenze di tutti (66).

Il Viadana ha fatto ha fatto giocare complessivamente 18 giovani (144 presenze in totale), il Calvisano 17 (189 caps), il Rovigo 14 (126). Anche la Lazio ha dato spazio a 17 ragazzi (93 presenze in tutto), I Medicei 10 (116 presenze), il Reggio 14 (122).

Il più giovane giocatore schierato in questa stagione è stato il mediano di apertura della Nazionale U18, Paolo Garbisi del Mogliano (26-aprile-2000)

Dei 125 U23 schierati nel Campionato di Eccellenza 2016/2017, 9 hanno debuttato in PRO14 quest’anno: Bruno, Giammarioli, Luus, Minozzi, Krumov (tutti nelle Zebre), Riccioni, Makelara, Zanon e Bronzini (nel Treviso).

Quello riportato qui sotto è il confronto tra le annate 2016/2017 e 2006/2007 pubblicata sul numero 123 di Allrugby, lo scorso marzo.

Sono 125 i giocatori nati dopo il 1 gennaio 1994 che la scorsa stagione hanno disputato almeno una partita nel Campionato di Eccellenza, contro i 73 della stagione 2006/2007.

Abbiamo messi in fila i due dati per porre a confronto due stagioni agonistiche distanti dieci anni una dall’altra.
Nel numero di febbraio del 2008, infatti, Allrugby pubblicò la lista degli allora U23 (nati dopo il 1 gennaio 1984) che nella stagione 2006/2007 avevano giocato in quello che allora si chiamava Super 10.
L’incremento è significativo: in dieci anni, il numero dei giovani che hanno calcato i campi del torneo italiano più importante è aumentato di oltre cinquanta unità. Ed è raddoppiato il numero delle presenze: i 73 U23 del campionato 2006/2007, tutti insieme, collezionarono in quella stagione 567 “caps”, per una media di sette partite a testa. L’anno scorso i 125 giovani che hanno giocato in Eccellenza hanno disputato complessivamente 1.163 partite, per un media di 9 a testa.
Insomma, qualcosa si muove.
E se ciò è conseguenza del fatto che i giocatori più forti ora si cimentano nel PRO14, lasciando più spazio a chi gioca in Eccellenza, va detto anche che sempre nella stagione passata, una decina di quegli U23 hanno vestito anche la maglia di Treviso e Zebre e che Giammarioli e Minozzi, nei mesi scorsi, hanno già esordito in Nazionale, con Riccioni prossimo all’ulteriore salto di qualità.
Di quei 125 atleti, circa la metà è passata attraverso le accademie federali, cui bisogna dunque riconoscere almeno in parte il ruolo nell’allargamento della base e nella crescita della qualità, anche se dei 20 fatti esordire da O’Shea nel primo anno e mezzo della sua gestione, solo la metà proviene da accademie o centri federali. Ben 15 degli ultimi esordienti in azzurro tuttavia sono passati dal Campionato di Eccellenza, compreso Lazzaroni che a 18 anni disputò una stagione (2013/2014) nel Mogliano (18 presenze), insieme a Ferrari (14 partite). Castello (Calvisano) e Boni (Mogliano), di partite di campionato, ne hanno disputate, rispettivamente, più di cinquanta e di trenta a testa, prima di approdare entrambi alle Zebre, e Minozzi, Giammarioli e Riccioni la scorsa stagione sono stati tutti e tre protagonisti dello scudetto del Calvisano.
Di 73 U23 dell’annata 2006/2007 ne sono arrivati in azzurro (Nazionale maggiore) complessivamente 19 e 28 hanno giocato in Celtic League. Di questi Leonardo Ghiraldini, Matteo Pratichetti, Valerio Bernabò e Alessandro Zanni avevano già esordito con la maglia dell’Italia prima del 2007.

Nella foto di Daniele Resini/Fotosportit, Giosué Zilocchi, pilone del Calvisano, classe 1997, impegnato in un raggruppamento durante la Finale del Campionato a Padova. Zilocchi è stato convocato in preparazione del tour estivo in Giappone.

Related Post

blog-grid

Rosso o non rosso?

blog-grid

Questione di testa

blog-grid

Ciao Giorgio