Rovigo: sarà l’anno buono?

Rovigo davanti a tutte. Calvisano, Padova e Mogliano, una a ridosso dell’altra. 
E’ il verdetto di Pippo Frati alla vigilia dei play off. Sul numero 103 di Allrugby (in edicola nella prima settimana di maggio) l’ex allenatore dei rossoblù ha analizzato le quattro protagoniste della volata finale, assegnando a ciascuna di esse un voto per diverse aree organizzative e del gioco (stagione, attacco, difesa, mischia, mediana, profondità della rosa, allenatore, società e voglia di vincere). 
Frati aveva espresso i suoi giudizi prima del match decisivo fra Rovigo e Calvisano, ma le sue previsioni si sono puntualmente avverate: Rovigo un paio di gradini sopra le altre, con un bel 70 in totale. Calvisano al secondo posto con 65, Mogliano terzo (63) e Petrarca quarto (62).
Per i Campioni d’Italia, secondo il coach nocetano, sono determinanti in mischia Costanzo e Morelli (assenti sabato scorso al Battaglini), mentre nel Rovigo l’uomo decisivo è Rodriguez (uno di quelli che nello scontro diretto hanno fatto la differenza).
Gialloneri insufficienti in mediana (voto 5), mentre il Mogliano ha nella mischia il suo tallone d’Achille (voto 5). Per il Petrarca potrebbe essere decisivo il rientro, dietro gli avanti, di Su’a, forse il migliore fra i numeri nove del torneo. Rovigo primo nella regular season come l’anno scorso e nel 2011 (finali poi perse…).
I rossoblù con Mc Donnell in panchina hanno cambiato un po’ modo di giocare: meno fronzoli, più concretezza e cinismo. I tifosi polesani fanno gli scongiuri, ma questo pare l’anno buono.
Leggete tutto su Allrugby numero 103.

Nelle foto di Roberto Bregani/Fotosportit, Luciano Rodriguez apre il gioco.

Related Post

blog-grid

E adesso la coppa!

blog-grid

Uno sguardo al futuro