blog-grid

Dove la partita può essere vinta e persa  (medie a partita dopo le prime due giornate) Ha senso tenere nel Sei Nazioni una squadra che non vince da nove partite, ha ottenuto un solo successo  nelle ultime quattordici e la cui ultima soddisfazione nel torneo rimanda a più di mille e nov...

blog-grid

Global season

Qualcuno dice che il (5) 6 Nazioni sia una nobile anticaglia, sia per il pozzo profondo in cui possono essere pescati ricordi, glorie, miti e leggende, sia per la formula, sia per il sistema del punteggio che continua ad attribuire due punti per la vittoria, uno per il pareggio, zero per l...

blog-grid

Italia All’appello, nelle prime due giornate, sono mancati cinque o sei giocatori che avrebbero potuto dare sostanza e peso alla squadra: Michele Rizzo, Leonardo Ghiraldini, Quintin Geldenhuys, Simone Favaro, Joshua Furno e Andrea Manici. Aggiungeteci Andrea Masi, Tommy Allan, Luca Moris...

blog-grid

Il Prescelto

Una volta, quando il 6 Nazioni si strizzava nella taglia medio-piccola del Flaminio, veniva applicata una sorta di democrazia controllata: il migliore in campo (traduzione italiana di man of the match) veniva eletto da coloro che sedevano in tribuna stampa e che attorno, al 70’, scribacc...

blog-grid

Luke McLean  5,5  (minuti giocati 80) Gli inglesi lo bombardano senza sosta e lui tiene botta come può. Ma l’impressione è che non abbia più la reattività e la solidità per reggere a quei livelli. Usurato Leonardo Sarto 4,5 (minuti 80) A volte sembra giocare una partita tutta sua ...

blog-grid

Fin qui tutto bene…

Conoscete la storia di quel tizio che cadendo dal cinquantesimo piano, mentre passa davanti al quarantesimo, al trentesimo etc, e continua a ripetersi “fin qui tutto bene”? Potrebbe essere il tema di questo inizio di Sei Nazioni dell’Italia. A Parigi abbiamo fatto un figurone, pur no...

blog-grid

La Bestemmia

In Francia abbiamo imparato una lezione: altrove la linea dei biiiip, delle censure, delle ipocrisie, dei serrati dialoghi con le redazioni all’insegna di un leniniano “che fare”, non ha ragione di essere. In fondo alla sua orazione, Sergio Parisse ha lanciato la sua bestemmia e la b...

blog-grid

Inutile illudersi, per l’Italia sarà un altro torneo all’insegna della sofferenza. Condizionato dagli infortuni e dalle assenze. Anche se queste significano, per altri, nuove opportunità e per la squadra, forse, l’apertura di un’epoca diversa. A metà gennaio erano ancora più di...