Eddie Jones, straniero in patria

Dopo essere sbarcato a Brisbane, Eddie Jones ha visto i suoi bagagli sottoposti a un’ispezione da parte dellimmigrazione. Fa tutto parte di un piano organizzato per metterci sotto pressione, ha detto esibendo il suo sorriso da bonzo astuto il ct nippo-australiano dellInghilterra, partito per il mondo down-under con accese ambizioni di vincere la serie e allungare la sua catena della felicità: sei match diretti, sei vittorie, le cinque del 6 Nazioni e il match di riscaldamento con il Galles.
Da quando il capitano Cook è sbarcato da queste parti, l’Inghilterra ha vinto solo tre partite. Non è molto, vero?. Tre su diciassette per completare i dati. Michel Cheika, che al fianco di Jones ha giocato nel Randwick, per il momento ha preferito tenere un profilo molto basso ma sta accendendo le micce: le granate arriveranno al momento di scendere in campo. Primo faccia a faccia, l’11 giugno al Suncorp di Brisbane.
G. Cim.

Related Post

blog-grid

Addio a Gianfranco Bellè

blog-grid

Tigre affamata